Dharamsala, una visita al Dalai Lama

March 4, 2019

 

Sono arrivato a Dharamsala, Himachal Pradesh, Nord India. Il motivo? Niente poco di meno che incontrare il Dalai Lama. In fin dei conti, molti dei pellegrini che arrivano qui lo fanno con questo scopo (persino Goldie Hawn, Uma Thurman e Richard Gere sono arrivati sin quassù!). In realtà Dharamsala è la città bassa, o meglio, un villaggio inquadrato in quella quotidianità tipica delle zone rurali settentrionali che ha sempre il suo fascino. Per raggiungere la residenza di Sua Santità, occorre salire ancora un poco, lungo una strada carrozzabile che si insinua agevolmente tra una vegetazione pre-himalayana di alberi sempreverdi e conduce a McLeod Ganj, un tempo stazione di villeggiatura, costruita nel 1848, con il nome di un vicegovernatore del Punjab, per i coloni inglesi stanchi del calore delle pianure. Arrivare a McLeod Ganj, è stata un'emozione forte, perché questo nucleo di case colorate, con la sua piazza di ritrovo, le sue viuzze, le sue botteghe di artigianato e di cibo di strada, non è un luogo qualunque. Di tracce inglesi oggi ne restano poche. L'atmosfera è completamente tibetana: i caratteri somatici delle persone che hanno superato in numero la popolazione di etnia indiana, la spiritualità buddista, i monaci nelle loro vesti amaranto che stringono il loro mala, il rosario delle preghiere. Inizialmente, fu Mussoorie, nel 1959, ad essere scelta dal 14° Dalai Lama (Tenzin Gyatso) come sede dell'esilio tibetano in fuga dal regime cinese fino a che, nel 1960, l'Amministrazione centrale tibetana (CTA) fu trasferita a Dharamshala dove si trova tutt'oggi. Insomma, Dharamsala è un luogo dove i profughi tibetani perseguitati trovano la pace. Ed è questa l'aria che si respira, di pace. Oltre la nebbia, che si sta dissolvendo come fosse fumo in fuga dal vento, appaiono i giganti delle montagne, le innevate cime himalayane del Dhauladhar che, da lassù, a 4600 metri di altezza, sorvegliano la ritualità di questo incredibile luogo conosciuto in tutto il mondo. Accanto a me, alcuni devoti stanno girando le ruote di preghiera, i cilindri rotanti recanti i mantra e che devono essere mossi in senso orario. Il cuore pulsante del villaggio è la zona del tempio, lo Tsug Lakhang con immagini di Sakyamuni, considerato il fondatore del buddsimo e noto come Gautama Buddha, di Padmasambhava, che portò il buddsmo in Tibet e noto come Guru Rimpoche, e di Avalokitesvara, colui che, per Buddhismo Mahāyāna, è il bodhisattva della grande compassione. Parte di queste statue furono portate qui dal Tibet, immagino con quali sacrifici ed oggi, qui, continuano ad essere venerate con le offerte dei fedeli, frutta, biscotti, dolci. Di giovedì, nel cortile del santuario, i monaci discutono di filosofia buddista. Adiacente al tempo si trova la residenza privata di Sua Santità, il Dalai Lama. Mi reco in Bhagsu Road, dove si trova l'ufficio di McLeod Ganj per avere informazioni sulla data più vicina della udienza pubblica del Dalai Lama. Mi rispondono che stamani è partito. Forse per incontrare qualche capo di Stato nel mondo. Allora mi accontento, si fa per dire, di una facile camminata di circa 10 minuti alle cascate di Bhagsu Falls, in un luogo incantevole. Domani mi recherò a Sidhpur, a circa 30 minuti da McLeod Ganj. per visitare l'Istituto Norbulingka, la cui missione è preservare la cultura e l'arte tibetana. Mi hanno raccontato che quel luogo è fuori dal tempo, bellissimo, con una architettura colorata tipicamente tibetana, inserita all'interno di giardini giapponesi, rivoli d'acqua e uccelli cinguettanti. L'interno è uno stato di pace, sottolineato dalle preghiere dei devoti e dal fumo dolce degli incensi. Si sta facendo sera a Dharamsala, tornano gli escursionisti che si sono messi alla prova nella valle di Kangra dove i sentieri conducono a paesaggi mozzafiato, tra boschi di pini, querce, rododendri, ghiacciai, cascate e quanto di più bello può offrire la natura, insieme a tutte le bandierine colorate che conservano preghiere e diffondono benedizioni a tutta la valle.

 

 

 

Please reload

Featured Posts

Viaggio in Rajasthan, la terra dei re

April 6, 2016

1/3
Please reload

Recent Posts