Il Victoria Memorial a Calcutta

October 10, 2019

 

A Kolkata (Calcutta), proprio nel cuore della city, tra il Maidan, il più grande parco urbano di Calcutta, ed il fiume Hooghly, vicino alla strada dedicata a Jawaharlal Nehru. Primo Ministro indiano post indipendenza, visito uno dei suoi più bei monumenti. Ci volle molto tempo per la sua realizzazione, dal 1906 al 1921, ma, a vederlo, direi che il risultato ne valse la pena! Il Victoria Memorial è dedicato al regno della regina Vittoria in India, che durò la bellezza di 25 anni dal 1876 fino alla sua morte nel 1901. Vittoria divenne Imperatrice d'India quando, dopo la rivolta dei Sepoy del 1857, (i militari indigeni dell'India al soldo – basso - degli inglesi), il Raj britannico decise di governare direttamente l'India (che gli sarebbe rimasta sotto fino al 1947, anno dell'Indipendenza indiana) in luogo della Compagnia delle Indie britanniche (dunque sciolta dal Government of India Act 1858) costituendo il ministero del governo britannico, l'India Office e conferendo al governatore dell'India il nuovo titolo di viceré. Fu proprio un viceré, Lord Curzon, a volere il grande memoriale in onore della Regina Vittoria dopo la sua scomparsa, finanziandolo con fondi volontari ottenuti dal governo inglese, da principi e da indiani e assegnandone la progettazione a un insigne architetto come Sir William Emerson, già noto per altri lavori come il mercato Crawford a Bombay e la cattedrale di Ognissanti ad Allahabad. Fu il Principe di Galles, nipote della regina, che sarebbe diventato re Giorgio V nel 1910, a posare la prima pietra il 4 gennaio 1906. Nel 1921, il monumento fu finalmente aperto al pubblico ma ormai Calcutta aveva perso il titolo di capitale che in quel momento venne trasferita a New Delhi proprio sotto la guida del re George V. L'architettura del Victoria Memorial, costruito, come il Taj Mahal, con marmi Makrana del Rajasthan portato da Jodhpur, ricorda lo stile rinascimentale italiano, proprio come volle Curzon, qui mixato alla più bella arte moghul, di cui i chattris a cupola ottagonale sono un esempio, ma anche a tratti di stile egiziano, veneziano, decano, e altri stili islamici. L'imponente edificio è lungo 103 metri, largo 69 metri e altro 56 metri. Oggi ospita un interessante museo formato da 25 gallerie che conservano una grande collezione dipinti, armi, tessuti, monete e francobolli, dipinti ad olio e acquerelli di famosi artisti europei, quadri sulla vita della regina Vittoria (oltre alla sua scrivania), esposizioni sulla storia di Calcutta ed altre associate all'indipendenza indiana. Non di poco conto una rara raccolta di libri tra cui dei capolavori di William Shakespeare. E, ancora, tra gli altri, manoscritti come il Corano dell'imperatore di Mughal Aurangzeb, la traduzione di Dara Shikoh delle Upanishad, il diario di guerra personale del Sultano Tipu.

Sulla cima della cupola centrale, una statua di bronzo nero alta 5 metri che rappresenta l'Angelo della Vittoria con una tromba in mano e che gira con il soffiar del vento. Mi ricorda un bel po' quella, in quel caso fissa e dorata, situata sulla sommità del Victorial Memorial di Londra, situato proprio di fronte a Buckingham Palace; il monumento londinese è decorato con leoni in bronzo rappresentanti Pace, Progresso, Agricoltura, Produzione. E figure allegoriche, attorno alla struttura centrale, decorano anche il memoriale di Calcutta: Arte, Architettura, Giustizia, Carità, Maternità, Prudenza e Conoscenza.

Il Victoria Memorial Hall è il più grande monumento tra quelli eretti in vari paesi in memoria della Regina.

La Regina Vittoria, o meglio, la sua statua bronzea, attende i visitatori sulla scala di marmo all'ingresso del memoriale, seduta sul trono. Altre statue intorno all'edificio includono, tra altre, quella di Edoardo VII figlio della regina Vittoria, Lord Curzon, il viceré che volle il monumento, Dalhousie, governatore generale e amministratore coloniale dell'india britannica e Hastings, il primo Governatore Generale della British India.

Termino la mia visita a quello che è il museo più visitato in India e trovo un po' di riposo nel magnifico giardino circostante. Tornerò da queste parti questa sera per godere del fascino del memoriale quando si illumina interamente.


 

 

 

Please reload

Featured Posts

Viaggio in Rajasthan, la terra dei re

April 6, 2016

1/3
Please reload

Recent Posts